Stampa colori RA4 con Thermaphot

Come anticipato, di recente ho trovato una Thermaphot ACP 200 su Ebay.de (grazie ad una segnalazione dell’amico Sandro) ad un prezzo stracciato. Mi è arrivata piuttosto velocemente e con un buon imballo. Non ho avuto modo di provarla per quasi 40 giorni e ho temuto fino all’ultimo che non funzionasse o che avesse problemi.

Oggi l’ho pulita con un prodotto a base di acido solfammico, lasciando agire il detergente sia nelle vaschette che nelle tubazioni ma soprattutto sui rulli. Una volta asciutta, ho diluito i chimici (Bellini RA4), li ho versati nelle vaschette e ho portato in temperatura la macchina; considerando che la temperatura della camera oscura era di circa 16°, per raggiungere i 35° necessari, ci ha impiegato 40 minuti (piuttosto veloce).

A questo punto ho esposto la carta e l’ho inserita nel processore. Ho atteso 90 secondi e sono rimasto allibito!

Funziona perfettamente! E soprattutto, è davvero utile! La necessità di acquistare una sviluppatrice orizzontale, infatti, è nata dalla necessità di aumentare il numero di stampe processabili per sessione di lavoro. Con la Jobo, infatti, i prodotti chimici si esauriscono dopo appena 3 fogli a causa della rotazione continua in cui il liquido si ossida con una velocità disarmante. Con la Thermaphot, invece, i liquidi sono fermi (tranne un leggero moto dello sviluppo) e pertanto la durata degli stessi è maggiore; senza considerare il risparmio di tempo che sta nel non dover svuotare e riempire la tank ad ogni passaggio.

Al termine dell’operazione, ho aperto i tubi di scarico e ho raccolto i chimici in taniche apposite da 2.5lt, che ho acquistato su Amazon grazie al suggerimento dell’amico Diego, pronti per la prossima sessione (sul manuale si parla di addiritture 70-80 fogli … in un unica sessione credo … vedremo come si comporta nella conservazione).

Cos’altro dire! Una gioia immensa: mi è ritornata la voglia di stampare a colori. La mia Thermaphot ha banda 20, ossia processa fogli alti massimo 20 centimetri (18×24 ad esempio). Questa è, diciamo, l’unica limitazione; ma quando avrò necessità di stampare su fogli più grandi, troverò l’esposizione corretta con la Thermaphot e processerò la stampa definitiva nella Jobo (ma per ora, a colori, il formato 18×24 è più che sufficiente).

Una risposta a “Stampa colori RA4 con Thermaphot”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *