NUOVA PELLICOLA FERRANIA P30 – Presentazione a Milano

Inutile polemizzare ancora sull’estenuante attesa… ora la Ferrania P30 esiste e io ne ho comprato due confezioni per fare un pò di prove.

Preciso subito che non troverete i miei test in questo articolo (Edit: i primi test sono pronti e li trovate qui) ma un breve racconto sulla presentazione che si è tenuta oggi a Milano con Felix Bielser di PFG e Nicola Baldini di Ferrania.

Il primo, lo conosciamo bene (ve ne parlo spesso qui) e dunque non ha bisogno di ulteriori presentazioni. Il secondo, invece, è un toscanaccio bontempone: pensando che la platea fosse composta da giovani hipster sfigati o da reduci di guerra, ha parlato una lingua da bar dello sport. Peccato, mi aspettavo un racconto più professionale e tecnico. Ma d’altronde, lo ha detto lui stesso alla fine quando molti erano già alla cassa per comprare la P30, uno dei punti di forza della Nuova Ferrania è quello di creare emozioni … Si, ok, sono d’accordo ma oggi presentavi -finalmente- il tuo prodotto ai tuoi potenziali clienti di Milano; potevi essere anche un tantino più serio!!!

Ma per fortuna c’era Diego, in arte Chromemax; se non sapete chi è, vi suggerisco a gran voce di andare a leggere “Sensitometria in 10 Capitoli” sul blog di analogica.it. Lui ha avuto modo di provare la P30 già da un paio di settimane e ha disegnato le curve caratteristiche (che Baldini non ha ancora realizzato!!!) sulla base delle informazioni sensitometriche che ha osservato sviluppando la pellicola in D76 Kodak. Non vi anticipo nulla, ho ripreso l’intervento di Diego con il cellulare … godetevelo.

Il Sig. Baldini ha poi raccontato i suoi progetti futuri dai quali si evince il voler portare Film Ferrania ad essere un produttore di pellicole a 360°, bianco e nero e colore (sia C41 che E6) nei formati 35mm, 120, 127 e grande formato (oltre che cinema), non ha escluso la possibilità di produrre carte e ha annunciato di voler commercializzare -a marchio Ferrania- uno o più kit di sviluppo realizzati ad hoc per le sue pellicole. Ha poi risposto anche a tutte le domande che i partecipanti gli hanno sottoposto fra cui:

D: la nuova P30 è uguale alla vecchia P30?

R: esistevano tre tipi di P30: la Cinema, la Leica, la Portrait; noi oggi abbiamo ripreso la “ricetta” dell’emulsione della P30 Cinema e l’abbiamo realizzata nella stessa identica maniera! Di diverso, ci sono il supporto, la gelatina e l’induritore.

Il Sig. Felix, infine, ci ha fatto vedere delle prove di inversione realizzate dal Sig. Mauro Zerial di Agenzia Luce Trieste con cui PFG collabora spesso (insieme, fra l’altro, hanno realizzato un kit di inversione per pellicole BN che verrà commercializzato con il marchio Rollei ed è stato presentato a Photokina lo scorso anno.)

Bene … ora non mi resta che provarla … pubblicherò, poi, una recensione dettagliata sulle sue caratteristiche, sulla sensibilità effettiva, sul trattamento per lo sviluppo, ecc…

(Edit: i primi test sono pronti e li trovate qui)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *