Come fare la sbianca locale?

Oggi vi mostro un tipo di ritocco che si utilizza con le stampe analogiche in bianco e nero: la sbianca locale. Si usa per indebolire i toni di alcune aree della nostra stampa quando non siamo in grado di operare con bruciature e/o mascherature o con il controllo del contrasto o più in generale quando vogliamo dare luminosità ad alcuni dettagli (come ad esempio la sclera dell’occhio umano, la luce del tramonto che disegna la sagoma di un soggetto, un lampione acceso  nella nebbia, ecc…). Può essere usata non soltanto per sbiancare i toni chiari (come gli esempi di cui sopra) ma si può utilizzare anche per allegerire le ombre nei toni medi o addirittura nei toni scuri.

Ma se state leggendo questo articolo, sapete già perchè si usa e quando si usa la sbianca locale; credo siate più interessati al metodo.

Prima di mostrarvi un breve video che ho realizzato questa sera, occorre fare alcune precisazioni.COSA VI OCCORRE:

  1. Potassio Ferricianuro come questo (un barattolo da100gr dura una vita)
  2. Fissaggio fresco
  3. Un pennello con la punta e possibilmente con l’attacco delle setole in plastica (un attacco in metallo come quello che vedrete nel video, a contatto con il ferricianuro può creare una reazione simile al viraggio blu che può macchiare la stampa). Se non lo trovate in giro, abbiate l’accortezza di immergere nella sbianca solo le setole e non tutto il pennello!
  4. Un pennello grande con le setole morbide (per l’attacco, vale lo stesso ragionamento di cui sopra).
  5. Tre bicchierini da caffè
  6. Un tergicopie
  7. Una lastra su cui lavorare (meglio se in acciaio farmaceutico oppure in plexiglass … l’alluminio potrebbe reagire con eventuali schizzi di sbianca)

PREPARIAMO LE SOLUZIONI:

  • FISSAGGIO: diluire 1+9 (20ml di fix + 180ml di acqua)
  • SBIANCA: diluire una punta di cucchiaino di Potassio Ferricianuro in 45 ml di acqua

SUDDIVIDIAMO LA SBIANCA NEI 3 BICCHIERI:

  • BICCHIERE 1 per toni chiari: versare 15ml di sbianca in 45ml di acqua
  • BICCHIERE 2 per toni medi: versare 15ml di sbianca in 30ml di acqua
  • BICCHIERE 3 per toni scuri: utilizzare i rimanenti 30ml di sbianca

COME RITOCCARE:

Con il pennello di precisione, indeboliamo le aree della foto che ci interessa ritoccare e subito dopo, con il pennello grande intriso di fissaggio, stoppiamo l’azione della sbianca. Tergiamo la stampa che deve essere sempre umida ma asciutta, ovvero senza acqua in superficie, e ricominciamo.

Questo è valido per la carta baritata. La politenata, invece, ha uno strato superficiale che non assorbe facilmente i liquidi; solo in questo caso, occorre aggiungere qualche goccia di imbibente alla soluzione di ferricianuro e acqua in modo da ammorbidire la carta. Per il resto, la procedura è la medesima.

RINGRAZIAMENTI: a Sandro per la ricetta e ad Andrea per i consigli!

Ora non ci resta che goderci questo breve video dimostrativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *